Eh già! Noi siamo ancora qua 1998-2013: l’Oratorio “Don Teofanio Pedretti” compie quindici anni

L’anno 2013, per i ragazzi dell’Oratorio “Don Teofanio Pedretti”, rappresenta la quindicesima candelina dall’inizio delle sue attività. Era il 1998, infatti, quando molti giovani cellaresi, spinti da un atto di coraggio, di esigenza e di passione, decisero di fondare un’associazione polifunzionale, un oratorio, e molto di più. Fu la risolutezza di creare qualco-sa, in un paese svogliato, rasse-gnato alle modestie e alla me-diocrità dello scorrere passivo del tempo, cui era facile e vi-gliacco consegnarsi. Fu l’esigenza di un luogo fisico e spirituale dove ritrovarsi e scambiarsi opinioni. Fu la pas-sione di chi sa che Cellara, per la storia di chi vi ha vissuto, non dovrà mai ridursi a cupo borgo di periferia. La prima decisione è stata intitolare l’oratorio a Don Teofanio Pe-dretti, il Parroco di tutti. Così scelsero i padri dell’oratorio: diedero ai propri figli lo stesso nome di quel Nonno, perchè seguissero il suo grande esem-pio. In questi anni, l’oratorio si è evoluto, ha saputo scegliere e rigenerarsi, tenendo sempre vivi i valori e gli obiettivi dei primi giorni. Ha realizzato qual-sivoglia evento: da dilettevoli sagre e feste a impegnati con-vegni e dibattiti; da manifesta-zioni culturali, incontri di forma-zione, veglie di preghiera a spassosi campeggi; ancora, dal volontariato costante e silenzio-so, al confronto interno ininter-rotto e politematico. Oggi fa ancora tutto questo,e anche di più, con vena creativa e combattiva. Ma questa organizzazione oggi è soprattutto la sicurezza di un figlio. Una sicurezza ideale e materiale, luogo presso il quale trovare un ambiente e uno spirito sano. E’ centro di raccol-ta di chi vi si avvicina per atto di speranza, entusiasmo e libe-ralità. L’oratorio è una formazione sociale, appena un gradino al di sotto della famiglia e della scuola. Ha l’obbligo morale di educare i cittadini del futuro. Deve preparare i giovani al rispetto delle regole, all’amore per la propria terra, al ricordo delle tradizioni, al confronto democratico di opinioni, e soprattutto al mutuo sostegno cristiano. Per questo, è centro di beneficienza, di sostegno ai più sofferenti, di presenza mas-siccia sul territorio, di contribu-to alla crescita sociale, culturale e religiosa. Religiosa, perché l’oratorio compie un dialogo continuo sulle tematiche più sensibili e insidiose per la Chie-sa. Di certo, questo gruppo deve tanto al coraggio della Parrocchia di San Pietro Apo-stolo, per averlo appoggiato, quasi sempre, durante il suo cammino. La crescita morale dei soci deve anche darsi a chi, con le vesti di chierico, questi ragazzi li ha vissuti davvero, appieno. Chiesa a parte, la passione di questi ragazzi rinvigorisce ogni-qualvolta affrontano una nuo-va sfida. Merito del sostegno e del conforto dei cellaresi, se il gruppo ottiene sempre ciò che programma e trova ulteriori stimoli. E dell’oratorio che guarda al futuro, già oggi, ne fa parte una classe di adolescenti deter-minati, tra i quattordici e i di-ciassette anni. E’ illuminante immaginare quante menti potrebbero uscire da questo gruppo, se metteranno in moto tutte le loro potenzialità, e quanto ne acquisterebbe il paese. Cellara, infatti, rischia la morte lenta e dolorosa della sua me-moria e delle sue speranze, se non si da seguito alla grinta di questi ragazzi. Sono i nipoti di Don Fano, e nel Suo ricordo, cercheranno sem-pre di fare ciò che li appassiona e che ritengono utile alla causa dello sviluppo di Cellara e al pensiero dei cellaresi. All’oratorio del passato, del presente e del futuro di questa terra auguriamo lunga vita e cento di questi quindici anni!

Il Presidente (ex, ndr)                                                                                                                   Cristian Mauro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...