INTERCULTURA & ASSOCIAZIONISMO, a Mendicino si cresce !

Sul territorio mendicinese nel Settembre 2013 ha preso vita una nuova e fresca realtà, quella dell’Associazione La Gine-stra. L’obiettivo del giovane gruppo è di recuperare ed espan-dere aspetti socio-culturali caratterizzanti le tradizioni del pae-se, basti pensare all’organizzazione del presepe vivente avve-nuta dopo 16 anni di assenza, e la giornata di giochi popolari. Al tempo stesso volge lo sguardo e l’attenzione a tematiche come la lotta alla mafia, la violenza sulle donne e l’integrazione. Parlando di integrazione e fenomeni migratori, dall’estate 2014 è attiva a Mendicino una sede SPRAR, Siste-ma di Protezione Per Richiedenti Asilo e Rifugiati. Questa idea ebbe origine nel 2001; Ministero dell’Interno, ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e UNCHR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) siglarono un protocollo di intesa per un piano volto ai richiedenti asilo. La legge 189/2002 istituzionalizzò l’accordo con la costituzio-ne dello SPRAR. Il progetto è for-mato dalla rete degli enti locali na-zionali che accede al Fondo Nazio-nale Per Le Politiche e I Servizi Dell’Asilo. Riferimento organizzati-vo e di monitoraggio è il Servizio Centrale istituito dal Ministero Dell’Interno e convenzionato con ANCI. Grazie al Sistema di Prote-zione è arrivata a Mendicino aria di cambiamento; 13 ragazzi provenien-ti da varie nazioni africane sono o-spitati nella vecchia sede della scuo-la media “Don L. Milani”. In un contesto sociale caratterizzato da sentimenti polemici e mediatica-mente influenzati in senso negativo, non sono mancati e non mancano arroganti lamentele popolari, incen-trate su luoghi comuni. Spesso la re-azione alla presenza dei giovani ri-fugiati genera espressioni del tipo
“Il comune dà loro assistenza invece che a noi, gli forniscono denaro senza che lavorino”. Per sensibilizzare a una maggiore accettazione, tolleranza e accoglienza, l’Amministrazione Co-munale di Mendicino capeggiata dal sindaco Antonio Palermo, le educatrici e gli operatori del centro SPRAR “La Contea” ge-stito dall’Associazione Il Delfino, hanno preparato già per il secondo anno consecutivo, un convegno in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, giorno 20 Giugno 2015. In quella data si è cercato di sciogliere (si spera) ogni dubbio e futile maldicenza verso il progetto. L’Associazione La Gine-stra ha voluto, con dedizione e delicatezza, farsi conoscere da questi ragazzi, tentando di non farli sentire diversi. Subito è emersa, nonostante le tragiche storie, la loro voglia di vivere e sorridere. Il legame è adesso solido, la mescolanza di culture, linguaggi, musiche e pietanze tradizionali, ha fatto sì che si ve-nisse a creare un sincero rapporto di amicizia. Alla sera ci si ritrova nella piazza del paese, tipico luogo di aggregazione, si sta insieme a casa loro, e anche sui social si comunica molto. Ogni settimana i ragazzi dello SPRAR giocano a calcetto con i giovani mendicinesi, un’occasione volta ad incrementare l’integrazione. L’Associazione coinvolge i ragazzi in qualsiasi attività o evento puntando alla creazione di un’amalgama so-ciale che non faccia più trapelare distinzioni razziali e di sta-tus. Per superare in concreto queste barriere sarebbe fonda-mentale riflettere sulle difficili situazioni economiche e fami-liari dalle quali provengono i ragazzi. Molti di loro, invero, hanno perso i genitori in conflitti civili o nei viaggi della spe-ranza, altri non li hanno mai conosciuti (testimonianze raccolte nel volume La Calabria dei Migranti a cura di V. Cappelli, G. Masi, P. Sergi). La strada da percorrere per giungere ad un’apertura mentale diffusa è ancora molto lunga, ma La Gine-stra corre verso un grande traguardo: “Different colours, one people”!ginestra

Chiara Toteda per l’Associazione “La Ginestra”
di Mendicino (CS)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...