ANGOLO DI LETTURA: “TUTTO QUELLO CHE SIAMO”

“Tutto quello che siamo” è l’ultimo dei 15 libri dell’autrice che ha fatto impazzire il mondo con altri suoi capolavori, tra i quali le trilogie “Mia” e “Monica”. Federica Bosco in ogni suo libro usa la giusta combinazione tra umorismo sfrenato e cruda realtà per trasmettere ai suoi lettori emozioni ed insegnamenti veri e propri per la vita. In questo libro l’autrice racconta la storia di Marina, una giovane 19enne, obbligata a crescere prima del dovuto per le sventure che attanagliano la sua vita. L’autrice paragona Marina ad una cenerentola moderna, che non può però contare sul sostegno della fata madrina che la va a salvare, ma deve rimboccarsi le maniche e svolgere un lavoro che non le piace, rinunciando al suo sogno di artista. Marina ha un padre un pò troppo violento che, dopo la morte della madre, porta la sua nuova compagna a vivere con loro. Marina ha anche un fratellino a cui badare, il suo dono più grande. La compagna del padre maltratta Marina, ma nega in presenza del compagno. In questa storia Marina é accompagnata dal suo migliore amico e la sua migliore amica, che per segno del destino resta incinta di un uomo sposato ed é costretta ad abortire. Marina inizialmente avrà anche le sue “cotte ” per ragazzi sbagliati (tra i quali Christo), fin a quando non troverà Nicolas, ragazzo painter che le dedica disegni sul muro davanti casa sua. Quando Marina avrà un incidente in moto con suo fratello, si scoprirà che la compagna del padre lo tradisce, così l’uomo, preoccupato dall’incidente, ristabilirà calma in famiglia. Questo libro vuol comunicare, attraverso la sua protagonista ironica, la determinazione e la forza della rinascita, perchè “alcuni di noi giungono a questo mondo a bordo di carrozze dorate trainate da cavalli bianchi, atterrando su una morbida coperta di cashmere, e il loro cammino sarà per sempre disseminato di profumati petali di rosa, altri invece ci arrivano trascinati da una mareggiata, sbattuti dalle onde contro gli scogli, e raggiungono la riva boccheggiando, coi capelli pieni di alghe e sabbia.”

MICHELA GALLO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...