#SanSebastiano2016 Il programma completo e spiegato

Si riparte. Come ogni anno. Come ogni fine d’estate. San Sebastiano è arrivato e, come sempre, prevede una serie di eventi da godersi fino all’ultimo minuto e intensamente.
Si parte da lunedì 22, ore 21, con una serata di gala nella splendida cornice della Chiesa di San Pietro Apostolo e del sagrato “Eugenio Serravalle”: concerto di musica classica e brani celebri (colonne sonore soprattutto) eseguiti da due maestri e vanti della nostra terra, Roberto Nicoletti al pianoforte e Antonio De Paoli al violino. Seguirà un aperitivo ricco e variegato da leccarsi i baffi. Ad arricchire una serata magica, per gli affezionati lettori, l’uscita dell’XI numero della rivista “Alba Novella”, piena di commenti sui fatti degli ultimi tempi.
Martedì 23 è invece il giorno della risata: come consuetudine da alcuni anni, è la volta della famosa nuova compagnia mangonese con  il suo ultimo lavoro “Parianu i stessi”, ore 21. Intanto apre il bancone dello stand gastronomico che dall’anno scorso garantisce ristoro e prelibatezze.
Mercoledì 24, in continuità con l’idea di garantire un divertimento a tutte le fasce di pubblico, è la serata della musica dal vivo da ballare e ascoltare, con gli amici Franco & Giuliana dalle ore 21. Ma la giornata è colma di eventi e inizia già dalle ore 16 con l’apertura della mostra fotografica “Anime di cartapesta” di Antonio Mancuso, una rassegna di istantanee dei pupazzi calabresi e delle loro varianti di tradizioni e colori. Dalle 19 e dalle 21, invece, è il momento di mettersi alla prova con il torneo di ping pong e i giochi popolari per bambini.
La buona musica, si sa, a Cellara gioca in casa, così giovedì 25 si esibisce l’orchestra della “G. Music studio”, alle 21.
Arrivati a venerdì 26, senza voler incorrere nelle autocelebrazioni, è la volta dell’evento più atteso dell’anno per i cellaresi e tutti gli accaniti spettatori, che ogni anno, con un aumento progressivo e clamoroso nelle ultime edizioni, affollano le strade del nostro borgo e si esaltano al ritmo dei tamburi. È la volta della “Sfilata delle Pullicinelle” dalle ore 21, non si aggiunge altro. A seguire, la gioia della musica popolare con l’emergente band della Presila, “Hosteria di Giò”.
La mattina di sabato 27, per i cellaresi è l’occasione di omaggiare una donna dal “multiforme ingegno”, la professoressa, scrittrice e pittrice, Agata Cesario, che a Cellara ha data lustro e da Cellara merita riconoscenza. Il programma della sera, invece, prevede due copioni: il concerto de “Orchestra mediterranea” dalle 21; la “no stop”, tradizionale notte bianca, con “Radio Aut” e dj set, dalla mezzanotte.
Si chiude domenica 28 con il concerto di uno dei gruppi rock più in voga della nostra terra e l’energia che sprigionano le ragazze de “Le Rivoltelle” ad allietare l’ultima serata di festeggiamenti, dalle ore 21.
Si attende una curiosa sorpresa per la chiusura dei festeggiamenti, invece, che andrà a sostituire i fuochi d’artificio degli altri anni.

Da lunedì a domenica la tappa cellarese è d’obbligo, ce n’è per tutti e per tutti i gusti.
#SanSebastiano2015. Ti aspettiamo, non fartelo raccontare!

La redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...