L’oratorio per la ricerca

Le attività di Ail e Airc da sempre seguite con grande interesse e con un contributo reale in tutte le occasioni richieste.

Ogni anno l’oratorio Don Teofanio Pedretti si impegna nella vendita di prodotti come uova di Pasqua, azalee, stelle di natale, per sostenere la ricerca contro varie forme di tumori e altre patologie. Generalmente la vendita di tali articoli è prevista: durante la Domenica delle Palme, per le uova di Pasqua dell’Ail (associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma); alla festa dell’Immacolata (8 dicembre), per le stelle di Natale sempre dell’Ail; in occasione della festa della mamma, per quanto concerne le azalee dell’Airc (associazione italiana per la ricerca sul cancro. L’AIL è stata fondata nel 1969 dal professore Franco Mandelli (che ancora oggi ne è presidente) che ha potuto contare sul supporto di molti professionisti appartenenti a vari campi (economico, scientifico, culturale, ecc.) . Trattasi di un’associazione non-profit che si impegna a promuovere la ricerca per curare le leucemie, i linfomi e il mieloma. Tra le attività realizzate nel corso degli anni dall’associazione, importantissimo è il supporto morale e materiale che l’AIL fornisce da sempre alle famiglie e ai malati: soprattutto la realizzazione di case, servizi come scuole o centri ludico-ricreativi all’interno degli ospedali, il servizio di assistenza che permette ai pazienti di essere curati direttamente nelle proprie abitazioni e l’attività di sensibilizzazione pubblica. Analogo sostegno, viene dato dal gruppo parrocchiale anche all’AIRC. L’associazione, fondata nel 1965 da professori di elevato spessore culturale, come Umberto Veronesi e Giuseppe Della Porta, sostenuti dall’Istituto dei tumori di Milano, persegue finalità simili a quelle dell’ AIL, occupandosi di: raccogliere fondi destinati al finanziamento della ricerca oncologica; conferire borse di studio ai ricercatori emergenti e rendere pubblica la loro attività, con lo scopo di sensibilizzare la società. Nel 1977 l’AIRC costituisce la FIRC (Fondazione italiana per la ricerca sul cancro) che si occupa, così come l’AIRC, di promuovere e finanziare la ricerca per la cura dei tumori, con la differenza che il nuovo ente provvede a raccogliere le donazioni testamentarie(motivo per il quale è chiamato fondazione). A differenziare i due enti, quindi, sono solo le modalità di riscossione di fondi. L’attuale presiedente dell’AIRC è Pier Giuseppe Torrani. Quanto può riempire l’animo umano il semplice pensiero che un piccolo gesto possa salvare qualcuno che soffre o magari evitare che in futuro il cancro sia motivo di sofferenza e morte?

A cura di Francesca Nicoletti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...