La riscossa del cavallino

Cronaca e speranze della prima gara del mondiale di Formula1, stagione 2017.

Il 26 marzo 2017 si è disputata la prima gara del campionato mondiale di Formula 1 al termine della quale, dopo una lunga e lenta agonia, la Ferrari è tornata a vincere, salendo così sul gradino più alto del podio. A fine stagione 2016 non c’era partita, la Rossa non era competitiva, sorpassata anche dalla Red Bull.
Una gara che ha dimostrato a tutti che la “Ferrari c’è”, anche se la vittoria è stata agevolata da un errore strategico della casa Mercedes, ma che ad ogni modo, nulla toglie ad una grande prestazione della Ferrari, che si è rivelata interessante soprattutto dal punto di vista del passo e della gestione gomme. Infatti, l’anticipare la sosta rispetto alla concorrenza si è rivelata una scelta decisamente controproducente per la Mercedes, che invece, lo scorso anno, era abituata a gestire le corse senza interferenze da parte di altri team.
«È stato un Gp fantastico, è stato folle in senso positivo vedere tutte queste bandiere rosse, la macchina è divertente da guidare, è stata una giornata bellissima» dice Vettel sul podio, tra una doccia di champagne, gli abbracci e le strette di mano con gli avversari. E continua: «noi ci siamo, siamo qui per lottare. Abbiamo fatto un lavoro eccellente, la Ferrari ci permette di competere quest’anno, è molto divertente da guidare, oggi avrei potuto continuare a guidare per sempre».
Una gara, dunque, che ha dato dimostrazione a tutti di quanto realmente la Ferrari sia cresciuta nel periodo di sosta invernale e di quanto, ancora, possa offrire a tutti gli appassionati di motori. I due protagonisti del Gran Premio sono stati sicuramente Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, un duello atteso da anni dai tifosi. Un duello avvincente, di cui abbiamo avuto, si spera, solamente un assaggio a Melbourne, giocato sul filo dei decimi di secondo, e che ha visto nella prima parte di gara i momenti più interessanti. Ora come ora, la Ferrari si trova al primo posto in classifica generale con Sebastian Vettel ed anche al primo posto nella classifica costruttori. Ancora però è presto per parlare di vittoria mondiale. Infatti, le prossime gare saranno cruciali per capire se la nuova SF70H sarà in grado di contrastare il dominio Mercedes. Ma quello che è certo è che questa vittoria, finalmente, ha ridato speranza ai tantissimi appassionati che hanno sempre creduto e continuano a credere nel Cavallino.

A cura di Pasquale Gardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...