Nevermind: un quarto di secolo dopo

Poco più di venticinque anni fa l’uscita di un disco consegnato alla storia del rock, insieme alla sua band, insieme a Kurt Cobain.

«E giuro di non avere una pistola».
A distanza di tempo dalla morte di Kurt Cobain, questa frase contenuta in Come As You Are risuona nelle menti di tutti gli appassionati di musica, che riconoscono una colpa nel fatto di non aver capito quello che era (con il senno di poi) l’urlo disperato di uno dei frontman più discussi della storia della musica. 24 settembre 1991, un quarto di secolo, ma soprattutto tre anni prima di un gesto disperato dettato dal disagio di una personalità carismatica ma debole, esce quello che viene definito l’album emblema di un genere ormai eclissato: il grunge. I Nirvana sono una band emergente il cui leader, Kurt Cobain, fino a pochi anni prima sfogava il suo disgusto verso il mondo in un garage adibito a sala prove insieme ai suoi compagni Krist Novaselic e Dave Grohl, ponendo le basi per brani che in breve tempo avrebbero per-messo al trio di esordire sulla scena in-ternazionale. Dopo un buon debutto nel 1989 con l’album Bleach i ragazzi assemblano una raccolta destinata ad entrare nella storia della musica contemporanea. Nevermind era stato realizzato con l’obiettivo di superare la soglia del-le 250 mila copie dell’album Goo dei compagni di etichetta dei Sonic Youth, ma ben presto i ragazzi si trovano a rag-giungere e surclassare in termini di vendite artisti come R.E.M. e Madonna. L’album viene pubblicato nello stesso giorno in cui i Red Hot Chili Peppers danno alle stampe un’altra pietra miliare della storia del rock, Blood Sugar Sex Magic, elevando a loro volta un altro genere come il crossover dallo stato di nicchia in cui versava. Ma a differenza del mood scanzonato dei “peperoncini”, i Nirvana urlano al mondo il malessere della Generazione X supportati da un sound che mixa chitarre distorte ad un cantato melodico, chiave perfetta tra rabbia e disperazione. L’apparente facilità di ascolto della struttura ne agevola la fruibilità anche a chi di quella gene-razione non fa parte, non ha vissuto in prima persona le emozioni raccontate nei testi o disconosce quel genere inedito al mainstream. Emblematica ed epica diviene anche la copertina del disco in cui viene ritratto il neonato Spencer Elden, di appena quattro mesi, nudo in una piscina ed intento ad acciuffare una banconota appesa ad un amo da pesca. Tra i pezzi che maggiormente rappresentano questo nuovo genere e che alla raccolta fanno da traino sicuramente vanno menzionate Smell Like Teen Spirit, singolo apripista del lavoro e brano più famoso ed apprezzato dell’intera discografia dei Nirvana premiato con due Mtv Music Award nel 1992, oltre che Lythium e la già citata Come As You Are . La raccolta plana nelle classifiche di vendita scalzando addirittura Dangerous, ottava fatica di Micheal Jackson e secondo in termini di vendita nella carriera del poliedrico artista americano. Con il successo aumentano anche le performance live in giro per il mondo e di seguito anche le voci sulle precarie condizioni di salute di Cobain, che di tutta risposta si presenta al Festival di Reading entrando in scena su di una sedia a rotelle. L’album vende circa trenta milioni di copie nel mondo contribuendo ad accrescere il mito di Kurt Cobain consegnandolo, a torto o a ragione, alla storia del rock ed affiancandolo a figure emblematiche della musica contemporanea al di là del-la retorica e della critica moralista legata alla sua vita privata.

A cura di Davide Roccamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...