Lunga vita alle api

Uno sguardo al ruolo fondamentale degli insetti impollinatori per l’ecosistema.

“Se le api scomparissero dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita” (Albert Einstein). Basterebbe questa frase per spiegare il senso dell’esistenza delle api, ma in realtà bisognerebbe parlarne in maniera approfondita per far capire davvero agli essere umani l’importanza e il ruolo che le api occupano nella nostra vita.
Piccole e laboriose, sono da sempre pre-ziose alleate per l’uomo. Ci donano mie-le, pappa reale, polline, propoli e cera, ma contribuiscono alla vita stessa del pianeta rendendo possibile il miracolo della fioritura, ci fanno vivere meglio e sono un elemento imprescindibile del nostro ecosistema.
Eppure le api stanno scomparendo, come si sa ormai da tempo. Questi insetti meravigliosi, insieme agli altri insetti impollinatori, muoiono a causa dei cambiamenti climatici, del riscaldamento globale, della scomparsa della biodiversità botanica e per via di quell’agricoltura che implica l’uso spesso indiscriminato di pesticidi e agenti chimici dannosi. Tutto questo potrebbe avere conseguenze serissime per l’impollinazione e quindi per la nostra alimentazione e sopravvivenza. Per fermare questo processo di estinzione sarebbe indispensabile e urgente pensare a un nuovo modello di agricoltura sostenibile per tutti gli esseri viventi, sano e rispettoso dell’ambiente. Intanto l’uomo dovrebbe imparare ad amare le api, a rispettarle, perché la maggioranza delle specie vegetali dipende dall’impollinazione, e le api provvedono ad essa per quasi l’ottanta per cento. Una migliore impollinazione spesso si traduce in raccolti più abbondanti, e in frutti e verdure di dimensioni maggiori.
Prendersi cura delle api può farci amare di più il loro mondo, la natura e l’ambiente in cui viviamo, e, come nel mio caso, può portare anche alla produzione di un ottimo miele.

A cura di Carmine Mancuso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...