“Chi Canta Prega due Volte”

A Donnici la prima rassegna corale della parrocchia di San Michele

Mercoledì 13 Giugno, a Donnici Superiore, in occasione dei festeggiamenti in Onore di Sant’Antonio di Padova si è tenuto la prima rassegna corale non competitiva, “Chi Canta Prega due Volte” promossa e organizzata dalla Parrocchia San Michele Arcangelo e dal Coro dell’Assunta. Lo scopo della manifestazione è stato quella di unire cori provenienti da diversi paesi che condividono la stessa passione per il canto corale e per la musica, offrendo ai partecipanti l’opportunità di cantare insieme e di scambiarsi musica, cultura e tradizioni in un’ambiente amichevole. La manifestazione ha visto la partecipazione di alcuni cori parrocchiali della Arcidiocesi di Cosenza – Bisignano e di altri cori dei paesi circostanti. A esibirsi sono stati il coro polifonico “Madonna di Loreto” di Cosenza, la corale “San Pietro Apostolo” di Cellara, il coro Unità Pastorale “San Pietro e Santa Lucia” di Rogliano, il coro “ Osservatorio Sociale”, il “ Piccolo Coro I 10” di Rogliano, La corale “ Canticorum Jubilo “ Donnici Inferiore, il “ Coro Santo Stefano” di Aprigliano e il “ Coro Dell’Assunta” di Donnici Superiore nato di recente, nel novembre dello scorso anno con lo scopo di animare le celebrazioni liturgiche che hanno luogo nella Chiesa dalla quale il coro prende il nome nonché mantenere viva e diffondere la cultura della tradizione di Donnici Superiore. Durante la manifestazione corale alla quale ha partecipato un grande numero di Persone intervenute da diverse parti e che si è svolta in un clima festoso è stata esposta una delle due Tele raffiguranti Sant’Antonio di Padova, ritrovata dopo oltre
70 anni nel locale soprastante la Sagrestia della Chiesa, del Pittore Settimio Tancredi da Pietrafitta che, nel 1956, venne invitato ad affrescare l’interno della Chiesa di Santa Maria Assunta e databile all’incirca alla metà degli anni ’20. Recentemente è stato presentato un libro sul pittore in cui sono riportati gli affreschi della Chiesa, sede della manifestazione corale, nonché la tela appena ritrovata che sembra, a detta degli specialisti, tra le prime Tele dell’artista ventenne. Ad accogliere i partecipanti all’ingresso del paese, addobbato a festa con bandierine lungo tutto il corso principale, un servizio d’accoglienza impeccabile ha fatto in modo di rendere fluida la sistemazione dei vari cori all’interno della Chiesa. Prima dell’inizio della rappresentazione canora, nonostante il gran numero di persone, si sentiva una melodia provenire dai vari gruppi impegnati a riscaldare la propria voce e a prepararla per l’esibizione. Dopo il saluto iniziale del Parroco Don Santino Borrelli, una delle direttrici del Coro Dell’Assunta, Irene Spadafora,
ha ringraziato i gruppi per essere intervenuti alla rassegna corale fortemente voluta dal Coro Dell’Assunta e ha spiegato le motivazioni che hanno portato all’organizzazione di tale manifestazione. Prima di iniziare, i responsabili hanno fatto una breve presentazione della storia e delle caratteristiche del loro gruppo corale. Fra i partecipanti un coro, completamente costituito da bambini, denominato piccolo coro “I 10” ha destato la curiosità dell’intero pubblico che alla fine ha applaudito per diversi minuti la performance. Particolare menzione va al momento in cui dopo l’esibizione tutti insieme, all’unisono, si è cantato l’inno al Nostro Protettore Sant’Antonio di Padova. Incredibilmente, tantissime persone in un’unica voce che guidata dal Santo, sono riuscite a intonare la dolce melodia. Alla fine del concerto la direttrice Irene insieme ad Agata Spadafora, intervenuta in rappresentanza dell’intera famiglia a cui è stata consegnato un attestato di partecipazione alla memoria della loro amata Franca Spadafora, amante della musica, ha consegnato un quadretto raffigurante Sant’Antonio e un attestato di partecipazione alle corali che hanno preso parte alla rassegna.
La festa è continuata in allegria nel locale adiacente la Chiesa di Santa Maria Assunta, un tempo sede della Congrega del Rosario, dove si è potuto gustare un ricco buffet di dessert. I partecipanti hanno colto l’occasione per scambiarsi saluti, informazioni e per conoscersi meglio. Durante il rinfresco numerosi sono stati i complimenti per l’organizzazione dell’evento e per la cura dei dettagli che hanno consentito la grande riuscita dell’evento che sicuramente vedrà nel 2019 la sua seconda edizione.

A cura de Il Coro dell’Assunta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...