Un sogno comune che profuma di casa

Tutte le tappe del Cellara Calcio 2015 raccontate per noi dal Presidente della neonata associazione sportiva.

Era il luglio del 2015 quando in una pizzeria di Figline, a pochi chilometri da casa, un gruppo di amici dava il via ad un progetto più volte rincorso da noi giovani cellaresi ma mai andato in porto. Negli anni precedenti, appunto, più volte avevamo tentato di creare una squadra di calcio che portasse il nome del nostro tanto caro paese, ma tra la mancanza di un impianto sportivo che potesse ospitare le partite casalinghe di una terza categoria e i costi esorbitanti di un affitto di un impianto per allenamenti e partite, ci siamo sempre trovati davanti ad ostacoli che spegnevano il nostro entusiasmo. Quella sera d’estate però questi ostacoli sono stati ad uno ad uno superati. L’intento era, ed è tuttora, quello di creare un gruppo che potesse divertirsi prima ancora di ogni altra cosa, prima ancora di vincere, allora si è optato per la partecipazione ad un torneo amatoriale di calcio a 8, la scelta è ricaduta sul “mundial8” organizzato negli impianti della storica scuola calcio “Real Cosenza” alle spalle del San Vito Gigi Marulla. Qualcuno di noi aveva già preso parte con altre ca-sacche a questo torneo e l’impressione era stata ottima, una competizione fatta apposta per divertirsi, partite disputate di sera e durante la settimana, e un Calcio, quello a 8 giocatori, che potevamo allenare direttamente nel nostro impianto di Cellara contenendo, e di molto, i costi. La particolarità di questo torneo era che ogni squadra sceglieva una nazione, la scelta del Cellara è ricaduta sull’Irlanda. Indossata la casacca verde, ad ottobre, inizia l’avventura del Cellara Calcio 2015. In quella prima stagione siamo quasi tutti cellaresi, per lo più ragazzi che non avevamo mai calcato campi di calcio in una vera e propria competizione o comunque con pochissima esperienza. Il torneo si rivela molto competitivo, partiamo con un paio di risultati ottimi spinti dall’entusiasmo, ma man mano le difficoltà, l’inesperienza e la qualità degli avversari che disputavano la competizione già da anni, ci fanno sprofondare in basso in classifica chiudendo penultimi su 12 e fuori dai play-off. In quella stagione si era optato per affidare la gestione tecnica del gruppo a due allenatori/giocatori, quelli con più esperienza di spogliatoio, compito svolto con impegno e dedizione, ma trattandosi di gestire un gruppo di amici prima che calciatori, si rivelò un impresa ardua. La prima stagione si chiuse comunque senza grossi risultati ma con tanto entusiasmo e tanta voglia di migliorare. L’anno dopo la rosa viene migliorata, nel gruppo si aggrega qualche altro ragazzo dei paesi vicini, il livello tecnico cresce ma i risultati tardano ad arrivare, si chiude il campionato ottavi su dodici e di nuovo fuori dalla fase finale. L’esperienza pero é cresciuta, l’Irlanda inizia a farsi un nome tra le altre squadre che partecipano al torneo soprattutto per correttezza dentro e fuori dal campo, ma anche il progetto tecnico sembra in netto miglioramento. La terza stagione del “mundial8” parte alla grande a livello di risultati, ma il torneo ha perso un po’ l’appeal, si iscrivono solo 8 squadre anche se il livello della competizione rimane alto con Germania e Croazia, vincitrici delle precedenti edizioni, sempre in prima fila. Il nostro gruppo però è migliorato e riusciamo a infilarci fra le 2 chiudendo la regular season secondi alle spalle della Germania e superando in classifica i campioni in carica della Croazia e l’outsider Belgio. Disputiamo i quarti dei play off superando facilmente la Scozia e i sorteggi ci mettono di fronte alla Germania per la semifinale. Due partite molto dure ma corrette finiscono 3 a 1 per i tedeschi all’andata e 1 a 1 al ritorno, non riusciamo a raggiungere la finale ma “i ragazzi di Cellara” fanno breccia tra gli ambienti del calcio amatoriale Cosentino. A giugno veniamo contattati dall’Acsi di Cosenza che si appresta ad organizzare il “serieA8” per il secondo anno consecutivo. Nella stagione 17/18 infatti questo nuovo campionato ave-va iniziato a farsi un nome rubando anche qualche partecipante al “mundial8”. Spiccava per organizzazione e per la formula che prevedeva la scelta di una squadra di serie A. Le richieste per partecipare a questo torneo cominciano ad essere numero-se e così alle 12 partecipanti dell’anno precedente se ne aggiungono altre 12. Gli organizzatori optano per creare due gironi A1 e A2: nell’A1 con le squadre dell’anno precedente, e i “nuovi” a contendersi i posti promozione nel girone A2. Scegliamo la nostra squadra i primi di luglio, la scelta ricade sull’US Città di Palermo e inizia il “calciomercato”, il gruppo va migliorato perché il livello della competizione è alto. Altro passo fondamentale è l’affiliazione all’Acsi: ad agosto viene fondata l’associazione riconosciuta “Cellara calcio 2015” che attualmente conta 9 soci e che gestisce tutta la burocrazia dietro a questo torneo amatoriale molto ben organizzato. Attualmente i risultati sono più che ottimi, il Cellara calcio 2015 – US Città di Palermo occupa il primo posto in classifica condiviso con Chievo Verona e Fiorentina e la lotta per la promozione in serieA1 si prospetta agguerrita. Si può seguire questa esperienza sulla pagina FB del Cellara o su quella “SerieA8 Cosenza”, dove alcune partite vengono anche trasmesse in di-retta, come è successo all’esordio Palermo-Frosinone 4 a 2, seguita da più di 30 persone in diretta Facebook. Che sia sui social o al campo di Zumpano, sede del torneo, seguiteci. In 4 anni siamo riusciti a fare in modo di essere contattati da organizzatori di tornei, ci siamo distinti per la nostra serietà e la nostra correttezza, il gruppo cresce in amicizia e ad ogni allenamento, ad ogni partita ci si diverte, l’obiettivo di quella sera di luglio di qualche anno fa è dunque stato raggiunto, in attesa di portare a casa un trofeo sportivo, noi ci sentiamo di aver già vinto.

A cura di Mario Caputo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...